Il Paradigma Romantico

Anche quest’anno, a grande richiesta, torna nel territorio del portogruarese e nelle località balneari di Caorle, Bibione e Jesolo l’arricchente evento del Festival Internazionale di Musica che si terrà dal 20 Agosto al 18 Settembre 2019.

Ad organizzarlo, la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro con il supporto della città di Portogruaro, della Città Metropolitana di Venezia e della Regione Veneto.

Il tema su cui verterà l’intera manifestazione sarà ‘Il Paradigma Romantico’. Tutta la serie di concerti ed eventi infatti avrà come focus la musica romantica ed in particolare quella europea di Beethoven e Schumann con una particolare accentazione alla musica da camera e al pianoforte.

Il Festival si dividerà in concerti veri e propri ed in master-class internazionali, ossia dei momenti di confronto tra i grandi maestri di questo genere musicale quali: Ilya e Naum Grubert (violino e pianoforte), Francesco Dillon (violoncello), Christine Hock (contrabbasso), Quartetto Prometeo (musica da camera), Luciana D’Intino (canto) e moltissimi altri, e i giovani studenti che potranno esibirsi e suonare coi grandi maestri.

Ma non solo, torneranno anche le ‘Penombre’, appuntamenti che accostano alla musica e alla critica musicale le degustazioni di vini del territorio. Da non perdere, tra questi, l’evento di domenica 25 agosto ‘La musica Klezmer. Dall’archivio di Vilna alla ricerca di Moisei Beregovsky’, presso la Sala Conciliare del municipio di Portogruaro, un momento di interessante scoperta di questo genere musicale che accosta sonorità Jazz al tradizionale genere ebraico aschenazita.

Figura di spicco di questo festival, tra gli altri, sarà Roberto Prosseda che il 20 agosto aprirà la serie di penombre raccontando particolari interessanti del suo strumento prediletto: il ‘pianoforte al quadrato’ o ‘pedal piano’, un pianoforte doppio con pedaliera simile ad un organo, molto in voga nel periodo del romanticismo. Lo stesso Schumann creò diverse composizioni per questo strumento.

Per quanto riguarda i concerti di musica da camera ricordiamo gli appuntamenti del 2 e del 4 settembre al Teatro Russolo di Portogruaro con il Quartetto Prometeo di fama internazionale ma anche il 3 settembre con l’unico Quartetto per archi di Giuseppe Verdi a Villa Corner Agazzi Biverone, San Stino, messo in scena dal Quartetto Eliat.

Da non perdere infine l’evento del 23 agosto, nell’Area Archeologica di Concordia Sagittaria della Basilica Paleocristiana, l’Ensamble di musica da camera del Festival di Portogruaro dei divertissement per strumenti a fiato delle opere di Verdi (in replica il giorno successivo a S.Vito al Tagliamento). Sarà un’occasione da non perdere per chi vorrà ascoltare delle composizioni immortali in uno dei luoghi dal valore storico millenario più belli d’Italia.

Sarà l’occasione per godere di momenti indimenticabili di meravigliosa musica nel nostro splendido territorio, da sempre vocato all’accoglienza turistica per il proprio mare e le spiagge dorate, ma ricco anche di storia, cultura e momenti di condivisione.

Per avere il programma completo del festival clicca qui.

  • Share