Festa del pesce di Caorle

Anche quest’estate, per gli appassionati del pesce e di cucina tradizionale torna la Festa del Pesce di Caorle!

Quest’anno la festa si terrà in due week end consecutivi: dal 13 al 15 settembre e dal 21 al 22 settembre. Qui trovi tutto quello che devi sapere sulla Festa del Pesce e le tradizioni culinarie del territorio di Caorle.

La Festa del Pesce ha origini molto antiche nella tradizione storica della città di Caorle. La località infatti, prima di diventare meta di turismo internazionale grazie alla sue belle spiagge di sabbia sottile e le sue casette colorate che si ergono tra calli e campielli, si sosteneva esclusivamente con il lavoro instancabile dei pescatori.

Il pesce del Nord Adriatico, detto anche pesce azzurro, tra l’altro, è un pesce povero ma ricchissimo di nutrienti e molto magro, povero perciò di grassi saturi. Oltre al pesce poi non dimentichiamoci che il mare è ricco di deliziosi crostacei come scampi, gamberetti, le famose schie, le cicale di mare etc, e di molluschi appetitosi come cozze, vongole, cappe sante, telline e così via.

Per celebrare l’unica fonte di sostentamento quindi, alla fine dei mesi caldi si usava festeggiare con i prodotti della pesca di mare e di laguna cucinati direttamente dagli stessi pescatori. Era un modo per rendere grazie del pescato e della possibilità di poterlo condividere con tutti: entrambi i tipi di pesca infatti richiedono un enorme sacrificio di tempo ed energie per i pescatori, la pesca di laguna per esempio nei secoli passati richiedeva che i pescatori lasciassero le famiglie per i 3 mesi invernali per trasferirsi nei famosi casoni lagunari (casette di paglia costruiti su palafitte nella laguna – davvero caratteristici ma poco accoglienti) e raccogliere più pesce possibile.

Dopo alcuni anni in cui la festa era stata sospesa, il Comune di Caorle ha ripreso questa gradita tradizione e anche quest’anno la festa si terrà sulla spiaggia della Sacheta, dove si erge la Chiesa della Madonnina. Ad incorniciare l’evento, il mare Adriatico nelle ore del tramonto e la frizzante brezza settembrina che renderà le vostre serate ancor più indimenticabili.

La festa verrà animata, oltre che dal buon pesce (fritto e alla griglia) e dai sorrisi caldi dei pescatori, da band di intrattenimento musicale tradizionale e dalla regata di apertura cui si potrà assistere direttamente dalla spiaggia. Il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino locale o da un boccale di birra servito freddo.

Non perdere l’occasione di vivere una delle tante feste tradizionali del Veneto se ti trovi a Caorle o nei dintorni. Divertiti con il folklore locale e gusta tutto il sapore dell’Adriatico.

  • Share